La telenovela infinita di Yonghong continua, sponda America. Secondo quanto riportato dall’edizione odierna di Tuttosport, Mr. Li sarebbe volato a New York questa mattina per provare a ripartire la trattativa con Rocco Commisso per l’acquisto del Milan. Domani sarà il termine di scadenza per la restituzione dei 32 milioni di aumento di capitale, in mancanza il club passerà automaticamente nelle mani del fondo americano Elliott.

L’offerta del patron dei Cosmos è nota a tutti: Commisso vuole lasciare a Li il 30% del pacchetto azionario e la possibilità di gestire il mercato commerciale in Asia. Il presidente milanista, da parte sua, vorrebbe anche una parte cash e avrebbe chiesto di inserire una clausola in merito alla non diluizione futura della sua quota residua in caso di nuovi aumenti di capitale che il Milan dovrà versare nei prossimi anni. Il tempo stringe, nelle prossime 48 potranno aprirsi nuovo scenari.

Naturalmente, se l’accordo non dovesse arrivare prima della scadenza due saranno le possibili strade: il club passerà nelle mani del fondo americano Elliott, salvo che Mr. Li trovi i 32 milioni di aumento di capitale da rimborsare. In tal caso, Yonghong guadagnerà del tempo per provare ad aprire un’asta (alle sue condizioni) tra i potenziali acquirenti del Milan. In ogni caso, il rifinanziamento del debito contratto con Elliott scadrà nel mese di ottobre.