Djamel Mesbah ha raccontato un paio di aneddoti risalenti all'epoca del Milan Djamel Mesbah ha condiviso lo spogliatoio con alcuni dei più grandi giocatori di quest'epoca. Un privilegio che risale ai tempi in cui l'ex terzino del Lecce militava nel Milan. Intervistato da gianlucadimarzio.com, l'algerino ha raccontato un paio di aneddoti che la dicono lunga sulla mentalità che a quei tempi si respirava a Milanello: «Ricordo una pesante lite verbale tra due fenomeni come Seedorf e Ibra iniziata in partita e continuata poi negli spogliatoi. Questo per farvi capire come ciascuno scendeva in campo pretendendo il massimo da ogni compagno, indipendentemente da chi fosse». Sempre Ibrahimovic è stato il protagonista di un'altra sfuriata, in una diversa occasione: «Un altro episodio che mi è rimasto impresso è legato alla Champions nel 2012, quando al ritorno fummo sconfitti dall’Arsenal 3-0 dopo aver vinto all’andata 4-0. In quella partita marcavo Walcott che non andava a 2000 km/h ma a 8000 km/h. Allegri rientrò negli spogliatoi facendoci i complimenti per la qualificazione ma Ibra andò su tutte le furie: ‘Non voglio fare ste figure di m***a’. E quando Ibra si arrabbiava, non c'era molto da scherzare».
Leggi su Calcionews24.com