Un altro passo in avanti per il Milan di Gattuso. La vittoria conquistata ieri contro la Spal, ha confermato ulteriormente la forza dei rossoneri, abili a portare dalla propria parte una gara non affatto semplice. Un pesante 4-0 che ha regalato al Diavolo – ancora imbattutto nel 2018 – il sesto risultato utile consecutivo in campionato.

Un successo ampio che ha lasciato la passerella a Patrick Cutrone, il talento del Diavolo. Il centravanti è andato a segno per ben due volte, siglando la sua prima doppietta in Seria A. Soddisfazioni e conferme che arrivano anche da Suso, il fuoriclasse indiscusso dello scacchiere rossonero. Lo spagnolo ha ubriacato la difesa biancazzurra, entrando sempre nel vivo nell’azione con giocate eccezionali. La solita routine. Ottimo anche l’impatto alla gara di Kessiè che  si rivela ancora l’uomo in più del Milan, presente in ogni azione e utile in entrambe le fasi

Certezze che adesso vengono anche dalla vecchia guardia. Bonucci, dopo il periodo non troppo brillante di inizio stagione, è finalmente rinato dopo aver preso definitivamente in mano la squadra. Ora è il leader, il capitano che amministra la squadra e detta i tempi di gioco, iniziando proprio dal reparto arretrato. Sorrisi anche per Biglia che conferma ulteriormente di essere il motore del Milan e concilia una gara perfetta con la sua prima rete in maglia rossonera.

Una vittoria che dunque va assegnata al gruppo, pronto a giocarsi tutte le proprie carte anche giovedì prossimo in Bulgaria contro il Ludogorets, nella gara valida per l’andata dei sedicesimi di finale di Europa League.