Il tecnico rossonero elogia lo spauracchio Belotti: «Dpo Shevchenko è l'attaccante che più mi ha impressionato per come calcia in porta e salta di testa»