L'allenatore rossonero riconosce i meriti degli avversari dopo lo 0-0 nel derby