I soldi non bastano a fermare gli attacchi avversari: il Milan ha il peggior rapporto qualità-prezzo per quando riguarda la difesa Due sconfitte di fila in campionato gettano ombre sul Milan di Montella. A finire sotto i riflettori è senza dubbio la fase difensiva: che sia a 3 o 4 la retroguardia rossonera non ha convinto. Fino ad ora sono stati 10 le reti incassate, peggior difesa tra le prime sette squadre di Serie A. Eppure in estate le premesse per un grande reparto c'erano tutte: la conferma di Donnarumma è stata una sicurezza e l'arrivo di Bonucci avrebbe dovuto fornire esperienza e spessore in un reparto completato da Romagnoli e Musacchio. I soldi però non riesco a fermare i gol: infatti quella del Milan è la difesa più "ricca" del nostro campionato, almeno per quanto riguarda gli ingaggi. I rossoneri, i tre difensori più il portiere, guadagnano insieme 17,5 mln di euro. In questa speciale classifica sono seguiti dalla retroguardia della Juventus che con Buffon, Chiellini, Barzagli e Alex Sandro arriva a guadagnare 13,5 mln ma ha subito solo 5 reti in campionato. Forse il miglior rapporto qualità-prezzo però se lo aggiudica la difesa del Napoli che con una spesa ingaggi complessiva di 6,9 mln di euro ha incassato 5 reti. La miglio retroguardia del campionato però è quella dell'Inter che ha subito solo 3 gol a fronte di una spesa di ingaggi pari a 8,3 mln di euro. In mezzo si posiziona il pacchetto arretrato della Roma che ha incassato 4 reti (con una partita in meno) con un monte ingaggi di 7,6 mln.
Leggi su Calcionews24.com