La reazione dopo mesi: «Ciò che dobbiamo fare è far parlare il campo»