Massimiliano Mirabelli difende le scelte di mercato fatte in estate per il Milan Dopo la vittoria del Milan contro il Crotone, Massimiliano Mirabelli può approcciarsi a questo mercato di gennaio con una maggiore tranquillità. Intervistato da Sky Sport nel post-partita della gara di San Siro, il ds rossonero ha detto: «Starei abbastanza tranquillo, i conti si fanno alla fine. Crediamo di aver messo su una buona squadra di giovani, è vero che stiamo avendo delle grosse difficoltà, ma è pur vero che questo gruppo di giocatori ha un valore importante a livello patrimoniale di più di quello acquisito. Abbiamo aumentato il valore patrimoniale di questi calciatori, sembrerà strano perché stiamo facendo maluccio, ma andiamo avanti e pensiamo di poter fare bene nel futuro». Mirabelli in ogni caso non ha escluso di piazzare qualche colpo, a certe condizioni: «Noi siamo attenti ogni mese, ogni giorno dell'anno al mercato: giriamo e guardiamo tante partite. Mai dire mai sul mercato, ma noi non abbiamo intenzione di intervenire in alcun modo su questo gruppo. Vogliamo migliorare i giocatori che abbiamo come sta facendo Gattuso che sta facendo un gran lavoro per far diventare questo gruppo una grande squadra». Il dirigente calabrese ha poi risposto ad una delle critiche che gli vengono mosse con maggiore frequenza, ovvero: non era meglio acquistare 3 top players anziché tanti giocatori di livello medio/alto? «Quando dite che per noi era meglio prenderne tre che dieci, non ci bastavano i soldi spesi...». In ogni caso i tifosi del Milan non devono temere che i loro pezzi pregiati vengano sacrificati sul mercato. Ai microfoni di Premium Sport, Mirabelli è stato molto chiaro: «I tifosi possono stare tranquillissimi su Bonucci e Donnarumma, in ottica mercato: abbiamo fatto delle scelte e continuiamo a sostenerle. Lavorerò solo su qualche uscita».
Leggi su Calcionews24.com