Prima l’aumento di capitale e poi il verdetto Uefa. Il mese di giugno sarà determinante per il futuro societario del Milan.