Milan-Napoli sale e Pepe: lo strano pomeriggio del signor Reina. Il portiere che difenderà i pali azzurri ancora per qualche mese, sapendo che il suo futuro sarà rossonero. Una scelta fatta, in tempi non sospetti, probabilmente già la scorsa estate quando non gli rinnovarono il contratto e dissero no a qualsiasi ipotesi di Paris Saint-Germain. C'era il patto con Sarri, il patto per provare a conquistare lo scudetto, e il signor Reina non batté ciglio. Accettò, rinunciò ai soldi, sapeva che non ci sarebbero stati poi margini per un prolungamento. Per Sarri è il portiere ideale e anche il perfetto uomo-spogliatoio. Evidentemente anche per il Milan, visto che il club rossonero ha voluto giocare di anticipo, assicurandoselo a prescindere dal futuro di Donnarumma. Perché se è vero che Fassone assicura sulle intenzioni rossonere di temere Gigio per tanti anni, è anche vero che Pepe si sente un titolare. E se fosse davvero vice, sarebbe un vice da tre milioni a passa a stagione, troppi per una "chioccia". Conviene quindi aspettare, senza fidarsi troppo delle parole. Intanto, sintonizziamoci sul pomeriggio di San Siro: Milan-Napoli sale e Pepe. Più sale o più Pepe lo capiremo presto. Foto: Twitter Napoli

L'articolo Milan-Napoli sale e Pepe: lo strano pomeriggio del signor Reina  sembra essere il primo su Alfredo Pedullà.