Inizia oggi il tour de force che accompagnerà il Milan nelle prossime cinque settimane. Campionato, coppa Italia (semifinale di ritorno contro la Lazio) e sedicesimi di Europa League contro il Ludogorets. Gattuso in conferenza ha evidenziato la crescita di un gruppo, dei singoli e la voglia di ribaltare lo scetticismo di inizio stagione. Partita dopo partita si potranno davvero capire le ambizioni del club.

Come riporta l’edizione odierna della Gazzetta dello Sport, da oggi al 18 marzo, giorno di Milan-Chievo, ci sono buone possibilità che i rossoneri scendano in campo undici volte. Il minimo sarà nove, ma l’auspicio del club è che Gattuso porti il Diavolo agli ottavi di finale di Europa League. La certezza è che non ci saranno giorni liberi fino al derby del 4 marzo. Dopodiché, in caso di passaggio del turno in EL, si rischia di andare dritti fino alla sosta.

Due competizioni (Europa League e Coppa Italia) con partite a eliminazione diretta e tre avversarie in campionato (Samp, Roma e Inter) che potranno decidere il futuro: un’intera stagione (o quasi) concentrata in poco più di un mese. Il Milan, dopo una prima metà di stagione da dimenticare, sembra aver trovato una sua dimensione, sia in termini di gioco che di risultati. C’è ottimismo, ma adesso bisogna cominciare a correre…