Il Milan pensa al rifinanziamento del debito con il Fondo Elliott ma non arrivano buone notizie per i rossoneri

Il Milan è ancora alle prese con il rifinanziamento del debito da oltre 300 milioni di euro con il Fondo Elliott. Non ci sono problemi per il debito riguardante la società rossonera, ci sono invece dei problemi per la parte del debito riguardante il presidente Yonghong Li. Carlo Festa, giornalista del Sole24ore, ha fatto il punto della situazione e non sono in arrivo buone notizie per il club milanista. Ieri, una nota del servizio di intelligence specializzato e dedicato a hedge fund e investitori, Reorg Research, ha espresso il suo giudizio negativo sulle operazioni che riguardano il club rossonero.

Il giudizio negativo è arrivato per le negoziazioni in corso tra il club e altri soggetti finanziari per il rifinanziamento del debito con il Fondo Elliott. In questi giorni a Londra si sta giocando il futuro del Milan e il futuro del patron Yonghong Li. Marco Fassone dopo l’Assemblea dei Soci ha spiegato che serviranno ancora 30-40 giorni per il rifinanziamento e che sono in ballo diverse proposte. Al momento il maggiore problema per la società rossonera sembra essere proprio Yonghong Li. Il suo progetto non convince e tra gli hedge fund contattati sembra trapelare indecisione e incertezza proprio  per la presenza del patron cinese.


Leggi su Calcionews24.com