Ecco il derby, il momento della verità. Il Milan di Gattuso, dovrà disputare il secondo big match nel giro di quattro giorni. Il Milan arriva dalla sconfitta contro la capolista, la Juventus. L’Inter, con una vittoria contro i rossoneri, potrebbe superare definitivamente la crisi durata quasi due mesi, conseguendo la terza vittoria consecutiva in campionato.

REBUS ATTACCO:

Gattuso dispone di tre centravanti, un solo posto da titolare, una scelta da compiere. Kalinic, André Silva o Cutrone? Rino non hai mai scelto un vero e proprio titolare tra i tre attaccanti, ha sempre coinvolto tutti nel suo progetto. Chi giocherà domani? Cutrone sembra, come da tempo ormai, in un ottimo stato di forma, il più grintoso dei tre. A logica, l’esclusione dal match di Torino contro la Juventus, dovrebbe significare titolarità nel derby. Il giovane Patrick sente molto queste partite, da vero rossonero. Aveva già colpito i nerazzurri, il 27 dicembre, in occasione del match valevole per la qualificazione alle semifinali di Coppa Italia. André Silva, schierato titolare contro la Juventus, ha giocato una buona partita, mostrando un buon calcio, si è sacrificato molto per la squadra, sfiorando anche la rete. Al portoghese manca cinismo e cattiveria sotto porta, ma al momento Gattuso non può che apprezzare il sacrificio e il suo imponente lavoro di impostazione in fase offensiva. Kalinic, subentrato al posto del portoghese, non ha garantito la stessa corsa, la stessa classe e gli stessi recuperi, tanto che il suo ingresso coincide con il calo della squadra di Gattuso. Con ogni probabilità, dunque, André e il giovane Patrick si giocheranno un posto da titolare; per Kalinic, invece, sarà tempo di un’altra importante esclusione.

La trasferta a Torino, ha mostrato al mondo rossonero l’importanza dei cambi a partita in corso. Quando le energie nerazzurre saranno al limite, sarà fondamentale l’apporto dei componenti della panchina, soprattutto dei centravanti. Cutrone rimane l’attaccante più convincente, André Silva potrebbe decollare definitivamente, mentre Kalinic attende ancora il momento della svolta, tanto attesa quanto necessaria. Gattuso ha bisogno di tutti, domani il momento della verità.