È finalmente arrivato il tanto atteso rinnovo di mister Gattuso, che ieri ha firmato un contratto con il Milan fino al 2021. Grande personalità, carattere e grinta, ha riportato il Milan dove meritava.

UN REGALO PER IL MISTER

Non bisogna nascondere la necessità di un vero bomber tra le forze rossonere. Lo stesso Gattuso, nel post partita della stracittadina milanese, conclusa a reti inviolate, aveva dichiarato che al Milan manca un vero bomber per completare il salto di qualità. Il profilo ideale esiste già, gioca a Torino, italiano, piace molto alla dirigenza rossonera. Il gallo Belotti è stato il sogno estivo dei tifosi e anche di Mirabelli e Fassone, che non sono riusciti a contrattare il gioiellino di Cairo, non predisposto nell’ascoltare offerte. Ora il sogno torna realtà, Andrea Belotti non è lo stesso dello scorso anno, tant’è vero che quest’anno ha segnato solo 9 volte, contro i 26 centri dello scorso anno. Il Gallo non rappresenta più una fonte inestimabile di gol come la scorsa stagione e per questo, Cairo potrebbe sentire varie offerte, in primis quella del Milan. Il presidente granata potrebbe accettare qualche contropartita tecnica, a partire dal riscatto obbligatorio di Niang, ex rossonero, fissato a 15 milioni di euro.

Gattuso ha bisogno di un attaccante di questo tipo, nonostante in casa Milan siano ben tre i centravanti. André Silva e Kalinic, pagati rispettivamente 38 e 25 milioni, non stanno rendendo come sperato. A causa del loro rendimento insufficiente, la dirigenza sarà obbligata a rendersi protagonista nel prossimo mercato, per colmare questo gap imponente. Importante sarà evitare svalutazioni, difficile invece che i due possano rimanere a Milanello nel caso in cui arrivasse un altro centravanti. Cutrone potrebbe rappresentare, invece, la scommessa per il futuro. Manca poco al mercato estivo, il Milan ne sarà nuovamente protagonista?