Donnarumma G. 6.5 – Incolpevole nel gol di Lasagna, gioca una partita attenta. Viene impegnato dagli avversari in alcune circostanze ma risponde con parate di ottimo livello.

Romagnoli 5.5 – Soffre un po’ sul centrosinistra ed il suo errore in fase di impostazione regala il pareggio all’Udinese. Si riprende un po’ nella ripresa giocando una partita più o meno sufficiente.

Bonucci 6 – Ha qualche sbavatura in alcune occasioni ma gioca una gara attenta e pulita. Si propone anche in avanti servendo i compagni e spingendo molto centralmente.

Musacchio 6 – Normalmente amministrazione per il centrale argentino, che si conferma solido ed attento. Buona prova sul centrodestra.

Rodriguez 7 – È una spina nel fianco per la difesa dell’Udinese. Spinge tantissimo sull’out mancino ed i suoi cross sono sempre impeccabili. In un’occasione sfiora anche il gol su calcio piazzato, partita attentissima.

Bonaventura 5.5 – Un po’ lento e macchinoso in mezzo al campo. Sui calci piazzati tuttavia si migliora e sugli sviluppi di un calcio d’angolo pesca in area Kessié, bravo a toccare verso Kalinic in occasione del 2-1. Dal 69′ Calhanoglu

Biglia 6.5 – È il metronomo del centrocampo. Come nella gara con l’Austria Vienna detta i tempi di gioco e innesca i compagni. Nella ripresa cala un po’ ma resta comunque molto attento in cabina di regia.

Kessié 7 – Semplicemente sontuoso. Sovrasta gli avversari fisicamente, serve un assist importante a Kalinic nella prima frazione e nella ripresa gioca a tutto campo, spingendosi sempre in avanti e chiudendo bene sugli avversari.

Calabria 7 – Spinge tantissimo nel primo tempo e pesca Kalinic in area di rigore in occasione del primo gol del Milan. Nella ripresa cala ma a livello tattico gioca una partita quasi perfetta. Il giovane elemento della primavera rossonera sembra pronto per sostituire Conti sulla destra.

Suso 5 – Non entra mai in partita e soffre troppo dietro Kalinic. Prova ad affondare sui difensori  dell’Udinese ma senza successo. Partita da dimenticare. Dal 69′ Cutrone 6 – In venti minuti crea scompiglio in avanti e fa a sportellate con i difensori avversari. Ottimo impatto sulla gara per il giovane attaccante

Kalinic 7.5 – Esordio maestoso a San Siro per il centravanti croato. Dopo l’ottima prova di Vienna regala la vittoria al Milan con due gol da vero rapinatore d’area giocando una partita fantastica in avanti. Si avvicina alla tripletta ma il VAR annulla tutto. Dall’85’ Locatelli – sv

Montella 6 –  Manda in campo Bonaventura dall’inizio preferendolo a Calhanoglu, devastante in Europa League. Indovina la carta Kalinic ma colloca Suso nella posizione sbagliata.