Il Milan ha più volte ribadito di non voler intervenire sul mercato di gennaio, confermando in blocco la fiducia per quanto profuso (numericamente ed economicamente) durante la faraonica sessione estiva.