Milan-Verona, 36ª giornata Serie A 2017/2018: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

Finisce con un netto 4˗1 il primo anticipo della 36° giornata di Serie A tra Milan e Chievo. Una partita, sostanzialmente, senza storia fin dalle battute iniziali, quando i padroni di casa hanno operato un pressing costante e asfissiante, impedendo agli ospiti ogni tipo di reazione. Nel secondo tempo, qualche lampo di luce dalla parte scaligera, ma limitato a rapide e sporadiche apparizioni, come lo straordinario gol di Lee. Con questa sconfitta, gli scaligeri abbandonano aritmeticamente la Serie A mentre il Milan consolida il sesto posto, dimostrando una condizione atletica e fisica davvero invidiabile, soprattutto in vista della finalissima di Coppa Italia contro la Juventus.

MILAN-VERONA: CLICCA QUI PER AGGIORNARE

Milan-Verona 4-1: tabellino

Marcatori: 10′ pt, Calhanoglu; 32′ pt, Cutrone (M); 4′ st, Abate (M); 40′ st, Lee (V); 44′ st Borini (M)

MILAN (4-3-3): Donnarumma 6; Abate 7, Bonucci 6.5, Romagnoli 6 (18′ st, Musacchio 6), Rodriguez ; Kessiè 6.5, Locatelli 6.5, Bonaventura 6; Suso 7 (13′ st, Borini 6.5), Cutrone 6.5 (26′ st, Kalinic ng), Calhanoglu 7.5. A disposizione: Donnarumma A, Storari, Zapata, Antonelli, Gomez, Calabria, Mauri, Montolivo, Andrè Silva. Allenatore: Gattuso

VERONA (4-3-3): Silvestri 6.5; Bearzotti 6, Caracciolo 5, Heartaux 5, Fares 4.5 (21′ st, Aarons 6); Romulo 6, Danzi 6, Calvano 5 (7′ st, Zuculini 5); Matos 5, Cerci 5, Petkovic 6.5 (12′ st, Lee 6.5). A disposizione: Nicolas, Coppola, Vukovic, Ferrari, Felicioli, Boldor, Fossati, Fossati, Verde. Allenatore: Pecchia

Arbitro: Fabrizio Pasqua

MIGLIORE IN CAMPO ˗ MILAN:

Calhanoglu 7.5: oltre essere l’autore del gol che apre le marcature, dai suoi piedi, insieme a quelli di Suso, nascono le occasioni più pericolose. Sempre ottima la sua perfetta visione di gioco, illuminante in più di una circostanza e non sempre sfruttata a dovere dai suoi compagni, ma è senza dubbio l’uomo in più di questa fase

PEGGIORE IN CAMPO ˗ MILAN:

Rodriguez 5.5: in una partita sostanzialmente più che sufficiente dell’intero reparto, è l’unico a non emergere, conducendo una partita sostanzialmente nell’anonimato, non avendo, in realtà, neanche troppi grattacapi

MIGLIORE IN CAMPO ˗ VERONA:

Petkovic 6.5: fa ottimamente il ruolo di boa soprattutto nella prima frazione, cercando di arrivare in qualche rara occasione anche alla conclusione, senza mai rendersi effettivamente mai pericoloso. È l’unico, o uno dei pochi, a meritare la sufficienza piena

PEGGIORE IN CAMPO ˗ VERONA:

Fares 4.5: pessima partita dell’esterno. Su quella fascia, subisce per l’intera durata della prima frazione le discese scatenate di Suso e Abate, senza mai riuscire a contrastarlo. Commette numerosi falli, proprio per l’incapacità di trattenere il ritmo forsennato dei suoi avversari

Milan-Verona: diretta live e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO: Il Milan inizia subito forte con l’obiettivo di chiudere il match quanto prima ed effettivamente ci riesce, sfruttando un’ottima incursione di Abate che sigla il gol del 3˗0. Da questo momento, la partita si indirizza ancora di più verso un’unica direzione, che è quella di un controllo palla rossonero senza sosta. Il Verona sembra rinunciare per buona parte ad attaccare, salvo poi subire una sorta di risveglio dopo la traversa colpita a metà ripresa. E proprio nel finale, sfruttando anche l’evidente calo di concentrazione dei rossoneri, Lee segna il gol della bandiera. A un minuto dal termine, Borini rimette a posto le distanze, riportando il distacco a tre gol

48′ – Pasqua fischia la fine delle ostilità: il Milan batte il Verona per 4-1, costringendo alla retrocessione aritmetica gli scaligeri

47’ ˗ Cerci ci prova dalla distanza ma la sua conclusione sfiora il palo

45′ – Assegnati 3 minuti di recupero

44’ ˗ GOL MILAN!!!! Borini chiude definitivamente il match, anticipando Aarons e colpendo con precisione con il destro

40’ ˗ GOL VERONA!!!! Straordinaria fucilata da fuori area, al volo, di prima intenzione, di Lee che insacca sotto la traversa

37’ ˗ Silvestri esce con coraggio, uscendo dalla propria linea di porta, e subisce un duro colpo da Borini

36’ ˗ Brutta entrata di Zuculini ai danni di Borini: nessuna ammonizione però

31’ ˗ Ultimo cambio del match: entra Aarons, esce Fares

30’ ˗ Calhanoglu scodella per Kessié, il quale ci prova, con un colpo di testa all’indietro e in avvitamento, ma il pallone finisce alto sopra la traversa

28′ – Fallo di mano di Bearzotti in corsa ma Pasqua giudica involontario il fallo

26’ ˗ Ultimo cambio anche per il Milan: esce Cutrone, entra Kalinic

25’ ˗ Occasione Verona. Sugli sviluppi di un calcio di punizione, gli ospiti colpiscono l’incrocio dei pali, mancando la possibilità di ridurre il gap

23’ ˗ Fuorigioco fischiato a Cutrone, partito alle spalle dell’ultimo difensore

20’ ˗ Miracolo di Silvestri! Su un tiro potente e preciso di Locatelli, nuovamente deviato in maniera ancora più decisiva da Heartaux, Silvestri con un grande scatto di reni, sulla linea di porta, smanaccia il pallone evitando il 4˗0

18’ ˗ Cambio per il Milan: esce Romagnoli, entra Musacchio

18’ ˗ Fuorigioco fischiato a Cutrone: calcio di punizione per i gialloblù

13’ ˗ Sostituzione per il Milan: entra Borini, esce Suso

12’ ˗ Sostituzione per il Verona: entra Lee, esce Petkovic

12’ ˗ Matos parte in contropiede palla al piede ma si perde, vanificando l’occasione

9’ ˗ Calhanoglu prova ancora a mettere in mezzo un buon pallone con il destro ma Cutrone colpisce il pallone senza la giusta coordinazione

7’˗ Prima sostituzione per il Verona: entra Zuculini, esce un deludente Calvano

4’ ˗ GOL MILAN!!!!! Sempre da destra, sempre con grande facilità, Abate si incunea verso l’area, scambia con Suso e raccoglie in area l’uno˗due, per poi calciare con forza sotto la traversa insaccando alle spalle di Silvestri

3’ ˗ Cutrone prende palla e si gira in area ma il suo traversone rasoterra viene bloccato a terra da Silvestri

2’ ˗ Su cross di Calhanoglu, Cutrone prova a spizzare di testa ma il pallone è troppo veloce e troppo forte per essere agganciato

1’ ˗ Petkovic rimane a terra dopo un contrasto in area di rigore

1′ – Pasqua fischia l’inizio della seconda frazione: nessun cambio rispetto al primo tempo

SINTESI PRIMO TEMPO: La formazione di casa, fin da subito, inizia con un costante pressing, guidato da un ritmo forsennato. In particolare, la squadra di Pecchia sembra soffrire e molto sulla corsia mancina, dove Fares appare nettamente in difficoltà sulla spinta del duo Suso˗Abate. E proprio da un’iniziativa nata da questa corsia, il Milan passa in vantaggio con Calhanoglu che insacca, complice anche una deviazione di Heartaux. Il Verona non riesce a reagire e il Milan continua a dominare il gioco, costringendo la formazione ospite ad arretrare e gestendo in maniera perfetta il possesso palla. Dopo aver sprecato numerose palle gol, Cutrone controlla in area, si gira e da attaccante navigato insacca Silvestri. Praticamente inesistente la squadra ospite che avrebbe il dovere di crederci, per sperare ancora in una possibile salvezza, ma che sembra ridotta ormai alla sua natura conclusione, quella della retrocessione.

47’ ˗ Si chiude con un pessimo calcio d’angolo il primo tempo: 2˗0 per il Milan

46’ ˗ Donnarumma sbaglia il rilancio con il destro, pressato da un attaccante, e manda il pallone direttamente in fallo laterale

45’ ˗ Assegnati 2 minuti di recupero

44’ ˗ Suso rimane a terra piuttosto dolorante, dopo uno scontro di gioco fortuito con Fares

42’ ˗ Danzi impedisce la ripartenza del Milan, placcando Suso, e Pasqua non può far altro che fischiare il calcio di punizione

41’ ˗ Romagnoli commette un duro fallo da dietro ai danni di Cerci: occasione da posizione centrale, seppur distante

38’ ˗ Sugli sviluppi del calcio d’angolo, Romagnoli non riesce a impattare il pallone che viaggia per l’area, trovando il solito Calhanoglu, che calcia di poco lontano dal palo

38’ ˗ Locatelli reclama il pallone fuori dall’area e fa partire un insidiosissimo destro che Silvestri respinge alto sopra la traversa

35’ ˗ Kessié penetra in area di rigore servendo a Cutrone un nuovo pallone soltanto da accomodare in rete ma l’attaccante, nel tentativo di colpirla di tacco, non centra il bersaglio, lasciando sfilare il pallone indisturbato per l’area

32’ ˗ GOL MILAN!!!! Cutrone, da attaccante vero, difende il pallone spalle alla porta, e dal centro dell’area, controlla e con il sinistro insacca alle spalle di Silvestri

31’ ˗ Petkovic cade a terra dopo un contrasto con Bonucci: Pasqua non lo valuta eccessivo per concedere il calcio di rigore

31’ ˗ Bonaventura butta alle ortiche un pericoloso contropiede, gestendo malissimo l’ultimo passaggio

30’ ˗ Bearzotti cerca il tiro da lontano ma si tratta di una conclusione scriteriata, priva di ogni ricercatezza stilistica

28’ ˗ Cerci salta ottimamente in dribbling l’autore del vantaggio rossonero ma sbaglia il passaggio filtrante per Petkovic, che non legge l’azione creata dal compagno

26’ ˗ Un Milan un po’ lezioso davanti, perde in area un’ottima occasione per provare a raddoppiare

25’ ˗ Bonucci prova a sventagliare dentro un cross da fuori area ma Bearzotti allontana di testa

21’ ˗ A causa di un fortuito colpo alla testa ricevuto da Petkovic, Bonucci rimane a terra dolorante: necessario l’intervento dello staff medico

20’ ˗ Il Verona si fa vedere in avanti con Petkovic che, conquista un interessante calcio d’angolo

18’ ˗ Calhanoglu riceve palla sulla sua corsia di competenza, sceglie di rientrare sul destro, si accentra, fa partire il tiro ma Silvestri si fa trovare pronto e allontana ancora a mani aperte

15’ ˗ Occasionissima Milan. Ancora dalla corsia di destra, Abate mette in mezzo un forte traversone rasoterra che viene ricevuto dal solito Calhanoglu il quale, dopo un primo controllo, calcia con il destro, rasentando il palo alla destra di Silvestri

10’ ˗ GOL MILAN!!!!! Un ottimo rapido scambio sulla corsia destra propizia il cross arretrato in area di Suso: il suo pallone viene raccolto da Calhanoglu che, con potenza, calcia verso la porta trovando la deviazione determinante di Heartaux

9’˗ Ancora Suso mette in mezzo un ottimo traversone, appena spizzato da Cutrone. Il pallone rimane in area ma Kessié calcia altissimo sopra la traversa

7’ ˗ Bonucci raccoglie un ottimo passaggio di Suso e prova a calciare da fuori area ma il suo tiro viene deviato da un difensore

6’ ˗ Suso prova a entrare in area di rigore ma viene contrastato, con forse eccessiva veemenza, da Danzi ma Pasqua non ritiene opportuno fischiare il calcio dagli undici metri

4’ ˗ Cerci prova a servire Romulo in verticale ma è ancora un intervento della difesa a sventare tutto

3’ ˗ Suso pensa al sinistro dalla grande distanza ma Silvestri si fa trovare prontissimo e respinge a mani aperte

3’ ˗ Serie di contrasti a centrocampo vinti alternativamente dai giocatori di entrambe le squadre

1’ ˗ Petkovic prova a raccogliere il cross di Romulo ma Romagnoli anticipa l’attaccante e l’azione sfuma

1’ ˗ Pasqua fischia il calcio d’inizio: è il Verona a battere il primo pallone del match

Milan e Verona sono scese in campo e sono pronte a darsi battaglia sul terreno di gioco, davanti a una cornice di 48000 spettatori

Milan-Verona: formazioni ufficiali

Sono uscite le formazioni ufficiali. Un solo cambio per Gattuso rispetto alle previsioni della vigilia: al posto di Zapata, in difesa partirà titolare Romagnoli. Girandola di cambi, invece, per Pecchia: dal primo minuto partiranno titolari, infatti, Bearzotti e Heartaux in difesa, Danzi a centrocampo e Petkovic davanti.

MILAN (4-3-3): Donnarumma; Abate, Bonucci, Romagnoli, Rodriguez; Kessiè, Locatelli, Bonaventura; Suso, Cutrone, Calhanoglu. Allenatore: Gattuso

VERONA (4-3-3): Silvestri; Bearzotti, Caracciolo, Heartaux, Fares; Romulo, Danzi, Calvano; Matos, Cerci, Petkovic. Allenatore: Pecchia

Milan-Verona: probabili formazioni e pre-partita

Una sfida che sulla carta potrebbe non apparire troppo esaltante, per via della netta differenza tecnica e dei diversi obiettivi (anche se manca solo la matematica a certificare la retrocessione degli ospiti) ma che potrebbe risultare insidiosa e cruciale per un Milan ancora in lotta per un posto in Europa League. Gattuso sembra orientato a confermare il 4˗3˗3, con l’ausilio di un leggero turnover in vista della finale di Coppa Italia contro la Juventus, in programma mercoledì. Già dalla difesa dovrebbero esserci novità: al posto di Calabria, infatti, dovrebbe agire Abate, mentre al centro ballottaggio tra Romagnoli e Zapata. A centrocampo, Locatelli potrebbe insidiare il posto di Montolivo mentre in avanti Cutrone sembra il favorito, nonostante Kalinic scalpiti. Pochi dubbi, invece, per Pecchia che, nonostante il recupero di Kean, in avanti dovrebbe agire il solito trio d’attacco composto da Matos, Cerci e Verde. In porta, infine, a causa di qualche problema fisico accusato da Nicolas, dovrebbe partire titolare Silvestri.

MILAN (4-3-3): Donnarumma; Abate, Bonucci, Zapata, Rodriguez; Kessiè, Locatelli, Bonaventura; Suso, Cutrone, Calhanoglu. A disposizione: Donnarumma A, Storari, Romagnoli, Antonelli, Gomez, Musacchio, Calabria, Mauri, Montolivo, Borini, Kalinic, Andrè Silva. Allenatore: Gattuso

VERONA (4-3-3): Silvestri; A. Ferrari, Caracciolo, Vukovic, Fares; Romulo, Fossati, Calvano; Matos, Cerci, Verde. A disposizione: Nicolas, Coppola, Heartaux, Bearzotti, Felicioli, Boldor, Fossati, Danzi, Aarons, Petkovic, Lee. Allenatore: Pecchia

Milan-Verona: i precedenti del match

La sfida che andrà in scena tra Milan e Verona sarà la numero 54 nella massima serie nazionale. Di queste, la maggior parte (24) ha visto prevalere i rossoneri, soltanto in 10 occasioni è uscito vittorioso il Verona, mentre le restanti gare (19), inevitabilmente, si sono concluse in parità. Per quanto riguarda le 26 gare giocate a San Siro, invece, il Verona non è mai riuscito a sbancare il fortino rossonero, conquistando soltanto 11 pareggi e ben 15 sconfitte. Il bilancio totale dei gol recita una netta prevalenza delle marcature siglate dai lombardi (81) mentre quelle dei veneti si fermano a quota 56. Ha fatto certo clamore il risultato della gara d’andata che ha visto prevalere i padroni di casa gialloblù con il netto risultato di 3˗0, grazie alle reti di Caracciolo, Kean e Bessa. L’ultimo confronto casalingo risale a tre stagioni fa, quando gli scaligeri riuscirono a conquistare un ottimo punto. L’ultimo successo dei rossoneri, infine, risale alla stagione 2013/2014, con la vittoria di misura, siglata da Mario Balotelli.

Milan-Verona: l’arbitro del match

Sarà Fabrizio Pasqua della sezione di Tivoli l’arbitro designato a dirigere il primo anticipo della 36° giornata di Serie A tra Milan ed Hellas Verona, in programma alle 18 allo stadio San Siro. Il fischietto di Nocera Inferiore, classe ’82 e libero professionista, è alla sua 17° presenza nella stagione in corso e, curiosamente, prima della partita odierna non aveva mai arbitrato le due squadre. Se con i rossoneri si tratta di un vero e proprio battesimo, sono ben 6 i precedenti con gli scaligeri tra serie inferiori e Coppa Italia e le 4 vittorie e i 2 pareggi ottenuti lo rendono un autentico portafortuna. A coadiuvarlo nella direzione di gara saranno gli assistenti Gori e Zappatore; il quarto uomo designato è Nasca mentre alla postazione VAR siederà Pinzani, coadiuvato da Ranghetti.

Milan-Verona Streaming: dove vederla in tv

Milan-Verona sarà trasmessa a partire dalle ore 18 in diretta sulle frequenze satellitari di Sky Sport (canali Sky Supercalcio e Sky Calcio 1, anche in HD) e su quelle in digitale terrestre di Mediaset Premium Sport (anche in HD). Non è tutto, perché la partita sarà visibile anche in streaming per pc, smartphone e tablet su tutti i device iOs, Android e Windows Mobile tramite app Sky Go e Premium Play. Sarà possibile vedere la gara su mobile anche tramite piattaforma Serie A TIM TV (in televisione tramite decoder TIMvision) o acquistarla direttamente sul sito Sportube.


Leggi su Calcionews24.com