Il direttore sportivo del Milan, Massimiliano Mirabelli, ha parlato pochi istanti fa del mercato rossonero: “Abbiamo faticato tanto e si riparte per una nuova stagione sperando che sia una bellissima stagione per noi e per i tifosi. Noi almeno per quanto ci riguarda non abbiamo fatto vacanze. Siamo tutti carichi per vedere cosa si potrà fare. Abbiamo sentito tanti nomi, abbiamo le idee chiare per ciò che dovremo fare. Non uscirà nessuno a meno che Gattuso non dica che si può vendere. non arriverà nessuno che Gattuso non voglia. Sarà il Milan di Gattuso. Per quanto mi riguarda non prenderei nessuno oppure qualcuno che faccia davvero la differenza e sia da Milan. Noi siamo fermi per quanto riguarda gli acquisti. Già l’anno scorso abbiamo costruito una base solida e avevamo pensato a due/tre innesti. Abbiamo qualche entrata in meno rispetto a quanto previsto, non sono arrivati introiti dalla Cina e non giocheremo l’Europa League per questo faremo un mercato a zero, come ha anticipato Fassone. Dovremo avere tante idee, ma è fondamentale capire che non arriverà e non partirà nessuno che non voglia Gattuso. Non facciamo acquisti che non siano di grande qualità a costo di rimanere così come siamo. Via un big per comprarne altri? Deciderà Gattuso. Abbiamo giocatori che hanno tante richieste e se lui dice che 7/8 non li vuole li vendiamo tutti e magari facciamo pure delle plusvalenze, ma non è così. Per Gomez abbiamo già raggiunto l’accordo con il Boca. C’è un problema fra il giocatore e il club, ma è richiestissimo anche in Italia, ci siamo dati due giorni di tempo e poi vedremo. Kalinic ha tantissime richieste in Russia, Turchia, Germania e Spagna. Atletico e Siviglia sono le due società più vicine a lui, ma decide comunque Gattuso se cederlo. Zaza è un giocatore di un’altra squadra. Non stiamo prendendo in considerazione nessun acquisto perchè non sappiamo cosa avremo in tasca come budget. Faccio un esempio: è come se tu hai fame, vuoi andare a mangiare guardi il portafoglio e decidi se andare a mangiare un panino con mortadella o un ristorante con caviale e champagne, ma lo capiremo dopo aver fatto qualche uscita”.