Massimiliano Mirabelli, direttore sportivo del Milan, è intervenuto ai microfoni di Premium Sport per fare il punto della situazione in casa rossonera. Ecco le sue considerazioni: "Obiettivi? Noi dobbiamo stare con i piedi per terra. Rispetto a tutte le altre squadre, che sono state costruite nel tempo, abbiamo fatto tutto e subito. E' una squadra giovane con qualche giocatore di esperienza, ma va ancora assemblata. I nostri tifosi devono sognare per quello che è l'entusiasmo che si è creato, ma senza dare false illusioni. Via un big senza Champions? Dovremo vedere, ovviamente facciamo i nostri calcoli in base alle entrate, ma magari arriva qualcosa di importante a livello di sponsor e non ci sarà bisogno. Sosa al Trabzonspor? Può darsi che si faccia, loro vogliono assolutamente Sosa ma ci sono dinamiche che non riguardano più noi. Milan e Trabzonspor sono d'accordo, ora deve valutare il ragazzo. Reina eventuale sostituto di Donnarumma? Noi abbiamo una squadra importante. Nessun giocatore è essenziale, al Barcellona è andato via Neymar ma continueranno a fare calcio. Noi non abbiamo paura di nulla, siamo tranquilli e sappiamo di essere il Milan, cioè un club affascinante che attrae i giocatori. Rafinha a gennaio? Non ci è mai interessato, credo sia il gioco dei procuratori e delle squadre per mettere in risalto i propri calciatori. Al 95% abbiamo preso gli obiettivi che volevamo prendere senza problemi. Cutrone? Stanno facendo bella figura tutti. Noi giocheremo ogni tre giorni, Cutrone è un pupillo che ci siamo ritrovati e ce lo teniamo stretto. Giocando ogni tre giorni non esisterà un undici fisso, serviranno più titolari per arrivare a risultati importanti in tutte le competizioni". Foto: sito ufficiale Milan

L'articolo Mirabelli: “Rafinha? Nessun interesse. Sosa? Siamo d’accordo con il Trabzonspor, ora…” sembra essere il primo su Alfredo Pedullà.