Mondonico

MILANO - Emiliano Mondonico, tecnico esperto del nostro calcio, in un'intervista a Milannews ha esaminato l'attuale momento del Milan e di Montella dopo la debacle di Genova e la prestazione non brillante contro il Rijeka. Mondonico ha avuto parole di incoraggiamento e fiducia per squadra e allenatore: "Rispetto a ciò che leggo e sento dire in giro, io l’ho trovata una vittoria convincente. Come si fa a dire che è stata una delusione quando una squadra al 93’ ancora spingeva compatta per cercare comunque la vittoria? il Milan sta rischiando l’autolesionismo con questo concetto del ‘tutto e subito’, ma non può e non deve essere così. Una formazione vincente e che possa puntare a qualcosa di importante, come vuole fare il Milan, nasce dopo mesi di lavoro, 6 giornate sono niente. Vincenzo vincerà ancora su questa panchina, magari alzando altri trofei”. Sulle voci legate ad Ancelotti: "Ho sempre reputato Montella un tecnico ‘da società’, non uno yes-man ma comunque un’aziendalista moderno. Un ragazzo intelligente, scaltro, molto attento a non fare mai a botte mediaticamente con la dirigenza e nei rapporti con la stampa. Ecco perché non mi spiego queste voci su Ancelotti, trattasi di cattiverie fatte e finite. Sono voci che destabilizzano l’ambiente lentamente, come le gocce d’acqua fanno con la roccia. Rovinano l’atmosfera, nocive e pericolose per i tifosi e lo spogliatoio. Mi aspetto che la dirigenza del Milan prenda una posizione ancor più netta rispetto a quella del pre partita contro il Rijeka. Una smentita secca, altrimenti si vive il rischio che Montella possa perdere il controllo dei giocatori… E quando succede è finita, situazione irreversibile".  

The post Mondonico: “La società intervenga in difesa di Montella” appeared first on Il Milanista.