Queste le dichiarazioni rilasciate a Premium Sport, al termine di Milan-Torino, da Vincenzo Montella: “Abbiamo condotto la partita dall’inizio alla fine, abbiamo creato sei o sette occasioni nitide. Non ricordo un tiro in porta del Torino, abbiamo rischiato solo nel finale. Alla squadra non posso recriminare nulla, solo un po’ di cattiveria e qualità sotto porta. Purtroppo, i nostri attaccanti non sono sereni, in questo momento, è un periodo così. La squadra ha giocato, ha avuto continuità, a me è piaciuta. Ci rimane il rammarico, ma il calcio è così. I fischi? Il pubblica si aspettava una vittoria, io e la squadra li accettiamo. Il mercato? Abbiamo grandi attaccanti, è inutile tornare indietro. Stiamo crescendo, qualcuno sta forse soffrendo un po’ San Siro. La squadra? Negli ultimi mesi abbiamo dato continuità ad un modulo. La squadra sta migliorando sia nel gioco, sia nella fase difensiva. Ci sta succedendo un po’ di tutto, abbiamo quattro esterni destri infortunati. La squadra sta comunque crescendo. André Silva? Sta migliorando molto, anche nel posizionamento. Alcune volte dovrebbe essere più pratico e meno bello. Ha tutte le caratteristiche per emergere, arriva da un campionato diverso, quindi, serve un po’ di pazienza. La mancanza di sicurezza? Bonucci e Kessie hanno trascinato la squadra, Kalinic sta soffrendo la mancanza del gol. In fase di non possesso ha fatto una grande partita oggi, in quella offensiva gli manca un  po’ di serenità”.