Importante retroscena su Vincenzo Montella. Roberto Mancini fu vicino al Milan. I rossoneri pensarono all'esonero dell'aeroplanino Ultime 72 ore roventi in casa Milan. I rossoneri hanno fatto il punto dopo la sconfitta di Genova e a pagarne le conseguenze è stato il preparatore atletico Marra. Vincenzo Montella è ancora saldamente sulla panchina del club rossonero e ha la fiducia della società milanista ma nuove sconfitte potrebbero far abbattere sulla testa del tecnico una vera e propria bufera. Intanto spunta un importante retroscena estivo. Secondo "Sportitalia" il Milan in estate ha pensato all'esonero di Montella: l'obiettivo numero uno per la panchina era Roberto Mancini! L'ex allenatore dell'Inter ha un ottimo rapporto con Fassone e Mirabelli, per rapporti intercorsi tra i tre in passato. E' nota la stima di Fassone nei confronti del Mancio, cosa peraltro ammessa dallo stesso amministratore delegato milanista anche in alcune interviste. L'ad rossonero avrebbe contattato l'ex Inter e gli avrebbe offerto la panchina del Milan. Mancini ci ha pensato ma poi è arrivata l'offerta importante dello Zenit San Pietroburgo e così l'affare è sfumato. Una volta naufragato l'accordo con il Mancio, il Milan avrebbe confermato la fiducia a Montella che è stato veramente a un passo dall'addio in estate. Se non fosse arrivato lo Zenit probabilmente avremmo assistito ad altri scenari...
Leggi su Calcionews24.com