Vincenzo Montella parla dopo la brutta sconfitta di Marassi contro la Sampdoria Vincenzo Montella è finito nell'occhio del ciclone per la sconfitta patita per mano della Sampdoria che ha scatenato le critiche dei tifosi ma qualche mugugno anche in società. Le parole di Fassone a fine partita sono suonate come un campanello d'allarme e l'allenatore si è confrontato con i dirigenti, come confermato dallo stesso Montella ai microfoni di Milan Tv: «Non bisogna cercare uno o più colpevoli, la società mi ha chiesto di intervenire per non ripetere più queste prestazione, ma non certo di intervenire su moduli e sui calciatori, che è una cosa di mia pertinenza».  L'allenatore del Milan ha assorbito di buon grado le critiche ma punta dritto per la sua strada: «Credo che le critiche sono oggettivamente giuste, è stato giusto esternarle anche oggi. Siamo tutti d'accordo sul fatto che la prestazione è stata al di sotto come atteggiamento rispetto a quello che è il livello del Milan. Il mio obiettivo è capire perché questo sia successo, per cercare di intervenire. Ci siamo confrontati con la società prima e con i calciatori dopo, tutti insieme. Siamo consapevoli di dover creare velocemente una mentalità vincente. Ci sono tanti modi, ci sono delle regole che valgono. Dobbiamo creare una mentalità e raggiungere equilibri importanti. Dobbiamo accettare le critiche, essere equilibrati e non perdere lucidità nell'analizzare il tutto».
Leggi su Calcionews24.com