Le dichiarazioni di Vincenzo Montella al termine di Sampdoria-Milan:

SKY SPORT

Siamo stati insufficienti agonisticamente è tecnicamente. Non siamo mai stati totalmente in partita. Troppi calciatori al di sotto delle loro possibilità. Per alcuni è la terza partita in 6 giorni. Siamo la squadra più giovane della Serie A e coi giovani ci vuole pazienza. Dobbiamo migliorare in atteggiamento e dal punto di vista agonistico. Io sono fiducioso, ho tanta energia da trasmettere. Sono dispiaciuto. Oggi insufficienti. Bisogna lavorare. Quando ci sono tanti nuovi e giovani serve equilibrio e razionalità. Meglio perdere con la Sampdoria (ride). Il nostro cammino deve crescere. Non dipende dagli avversari ma da noi”.

 

PREMIUM SPORT

Oggi siamo stati insufficienti, non ci siamo piaciuti. Non riuscivamo a fare gioco e non avevamo lucidità per giocare e trovare soluzioni. Dobbiamo capire come mai, anche perché la cosa che mi sorprende è che in molti hanno disputato una prova al di sotto della sufficienza. Non è una bocciatura, ma dobbiamo lavorare per evitare che questo non ricapiti più. Eravamo scarichi mentalmente, può essere che fosse perché per qualcuno è la quinta partita di fila in pochi giorni. Ho sbagliato io a non capire questa cosa. Perché Zapata e Musacchio? Perché Zapata assomigliava di più per caratteristiche al suo dirimpettaio Zapata, l’omonimo attaccante della Samp”.