Le strade tra Vincenzo Montella e il Milan si separano. L'ormai ex tecnico rossonero saluta dopo un avvio di stagione altalenante e perennemente discontinuo. Finora, in quattordici gare di campionato, ha collezionato sei vittorie, altrettante sconfitte e due pareggi. Decisamente meglio il percorso in Europa League: dopo i playoff, infatti, sono arrivati tre successi e due segni X (piuttosto discutibili con l'AEK Atene) in cinque partite. Tutto ciò nonostante la grande campagna acquisti della scorsa estate che ha portato all'ombra di San Siro calciatori del calibro di BonucciBiglia e Kalinic. Montella, in rossonero dall'estate del 2016, è anche riuscito a conquistare la Supercoppa Italiana battendo, a Doha, la Juventus ai rigori. Trofeo che, però, non è bastato per dare la svolta alla scorsa stagione che si è poi conclusa con il sesto posto, piazzamento comunque utile per riportare il Milan in Europa dopo 1234 giorni. Il bilancio complessivo dell'Aeroplanino, tuttavia, è di 64 incontri così suddivisi: 32 successi, 14 pareggi e 18 sconfitte che equivalgono a una media punti di 1,60. Numeri che, com'è noto, non hanno convinto pienamente la dirigenza rossonera: da Fassone a Mirabelli, passando per Yonghong Li. E dopo un continuo tira e molla, ecco l'esonero. Pertanto, ora il Milan volta pagina e riparte da Gennaro Gattuso.
Foto: Twitter Milan

L'articolo Montella-Milan: tutti i numeri dall’estate 2016. La media punti… sembra essere il primo su Alfredo Pedullà.