Andrè Silva

[fncvideo id=158393 autoplay=true] MILANO - Uno degli aspetti nevralgici della negativa stagione del Milan è sicuramente la sterilità in zona gol: un attacco abulico quello rossonero che è costata la panchina a Vincenzo Montella. Il dato più emblematico, in tal senso, è che sui 19 gol segnati in campionato soltanto 5 di essi portano la firma dei "bomber" del Milan, vale a dire André Silva, Kalinic e Cutrone. André Silva, ancora a secco in campionato, ha compensato parte della sua carenza con uno buono score in Europa League. Kalinic invece è la vera e propria delusione di questo inizio stagione, il croato, arrivato per quasi 25 milioni di euro ha messo a segno soltanto tre gol apparendo sempre spaesato e fuori dal gioco. Discorso a parte invece per Cutrone, che ma messo a segno solo due gol, ma con un minutaggio decisamente inferiore rispetto agli altri attaccanti della rosa: il giovane attaccante italiano, infatti, ha tuttora la miglior media gol tra i suoi e questa nella sua prima stagione tra i professionisti, un dato che lascia ben sperare per il futuro. Futuro che porta il nome di  Gennaro Gattuso, ora toccherà a lui cercare di consegnare brio ai suoi attaccanti e sovvertire la sterilità in termini di gol che ha contribuito all'esonero del suo predecessore. [caption id="attachment_86182" align="alignnone" width="300"]Gattuso milan esonero Montella Gennaro Gattuso[/caption]

The post Montella tradito dagli attaccanti: solo cinque reti in tre appeared first on Il Milanista.