Moviola Juventus-Milan e Var, gli episodi più discussi della finale di Coppa Italia 2018 diretta da Antonio Damato della sezione di Barletta

Moviola Juventus-Milan e Var, si sta giocando in questi istanti la sfida dello stadio Olimpico di Roma valida per la finale di Coppa Italia 2018. Il confronto tra la formazione di Massimiliano Allegri e quella di Gennaro Gattuso è diretto dall’arbitro Antonio Damato della sezione di Barletta. Il fischietto classe 1972 è coadiuvato dagli assistenti Riccardo Di Fiore e Giulio Dobosz, mentre il quarto uomo è Marco Guida della sezione di Torre Annunziata. Infine, addetti al Var Massimiliano Irrati della sezione di Firenze e Gianluca Vuoto della sezione di Livorno.

Nel corso della sua carriera di arbitro Antonio Damato ha arbitrato per 27 volte la Juventus, bilancio di 16 vittorie, 5 pareggi e 6 sconfitte, mentre ha diretto per 24 volte il Milan, bilancio di 13 vittorie, 6 pareggi e 5 sconfitte. E’ il terzo Juventus-Milan per il fischietto della sezione di Barletta: il primo precedente risale alla stagione 2009-2010, risultato di 0-3 per il Diavolo, mentre il secondo incrocio risale alla stagione 2014-2015, 3-1 per la Vecchia Signora.

Moviola Juventus-Milan e Var, finale di Coppa Italia: gli episodi discussi del primo tempo

Primo tempo tutto sommato corretto e tranquillo. Le due squadre si sono affrontate con il massimo rispetto e l’arbitro Damato non ha estratto nemmeno un cartellino giallo. A metà primo tempo scintille tra Benatia e Cutrone con il rossonero che ha preso un colpo dal bianconero ed è andato a spiegarsi ma il difensore marocchino gli ha tolto la mano dal fianco e lo ha mandato via. Proteste solo allo scadere del primo tempo con il Milan che recriminava per un calcio di punizione dal limite dell’area, sulla destra, ma che l’arbitro non ha fatto battere perché è scaduto il minuto di recupero assegnato.

Moviola Juventus-Milan e Var, finale di Coppa Italia: proteste rossonere sulla rete di Benatia

La Juventus va in vantaggio all’11’ del secondo tempo grazie a un colpo di testa di Benatia su calcio d’angolo di Pjanic; dopo la rete del difensore marocchino, i giocatori del Milan protestano per un presunto fallo su Calabria in area rossonera. Il contatto con Barzagli sembra però non esserci: l’arbitro Damato viene richiamato dal silent-check ma, nonostante l’invito di Bonucci ad andare a rivedere l’azione al Var, convalida la rete e fa riprendere il gioco dal cerchio di centrocampo.

Al 19′ del secondo tempo, altro silent-check per l’arbitro Damato: il tutto per avere delucidazioni sulla posizone di Benatia, autore del 3-0 bianconero dopo un colpo di testa di Mandzukic non trattenuto da Donnarumma: il direttore di gara conferma poi la segnatura della Juventus.


Leggi su Calcionews24.com