Il Media Day che apre il precampionato Nba si è trasformato nel tiro a segno all’indirizzo di Donald Trump. Proprietari, tecnici, giocatori: difficile trovare voci fuori dal coro e contrarie alle proteste avviate da Steph Curry e LeBron James e proseguite con i giocatori del football Nfl. Posizioni in antitesi al presidente degli Stati Uniti, riass...