Alexandre Pato torna a parlare del Milan. Ai microfoni di goal.com, il brasiliano, ora al Tianjin Quanjian, ha dichiarato: Tutti sanno che mi manca l’Italia e che quando posso, ci torno. Di nuovo al Milan? Chissà, non si sa mai… Al Milan e in generale all’Italia mi legano anni bellissimi e tanti ricordi indelebili. Lo scudetto del 2011? Ricordo tutto di quella stagione strepitosa e ovviamente anche l’emozione di quella sera a Roma. Il coronamento di una stagione intera vissuta da protagonista insieme a tanti grandi campioni del Milan: Gattuso, Pirlo, Ibrahimovic, Seedorf, Nesta, Van Bommel, Thiago Silva. Con Ibra e Robinho abbiamo segnato lo stesso numero di gol, ricordo con emozione il gol a Verona contro il Chievo nel giorno del 25° anniversario di Presidenza Berlusconi, la doppietta nel Derby di ritorno… tutto stupendo”. Il brasiliano ha poi parlato dell’attualità in casa Milan, tra l’interesse in Cina e il più clamoroso trasferimento estivo: “L’interesse per il calcio, in particolare per squadre come il Milan, c’è sempre stato. Ovvio che adesso che alcuni club sono di proprietà cinese c’è più curiosità e attenzione. Il trasferimento di Bonucci? Non mi ha sorpreso il suo trasferimento: è un buonissimo giocatore, di esperienza ed è normale che fosse seguito da altre squadre. Il Milan è stato svelto a prenderlo”.