Per Pirlo Juventus-Milan non può essere una gara come tutte le altre: il doppio ex dice la sua a proposito della finale di Coppa Italia

Andrea Pirlo si presenta al pubblico come una persona mite e posata, ma chi lo conosce giura che sia un burlone e un uomo spogliatoio come nessun altro. Lo stesso Pirlo è anche il doppio ex della finale di Coppa Italia, trofeo che ha vinto due volte, una col Milan e una con la Juventus. Proprio a proposito di Juventus-Milan ha parlato in sede a La Gazzetta dello Sport ricevendo il Premio Facchetti. Soprattutto ha colpito un retroscena pazzo in cui ha parlato di Gennaro Gattuso, sua vittima di scherzi e scommesse ai tempi del Milan. «Una volta Gattuso mangiò una lumaca viva per scommessa, non gli diedi neanche i soldi» è stato il suo racconto inedito che ha strappato una grassa risata a tutti i presenti.

Pirlo e il giudizio su Juventus-Milan

Poi c’è stato anche, ovviamente, qualche momento di serietà. Juventus e Milan si giocano molto questa sera e soprattutto i rossoneri possono tornare a alzare un trofeo importante dopo anni di buio. Pirlo ha analizzato il momento dei due allenatori: «Gattuso mi ha stupito perché fa giocare bene il Milan e la sua squadra ha un’identità, gli do otto, come la sua maglia. Anche Allegri è un grandissimo allenatore. Si parla tanto della contrapposizione tra bel gioco e e vittorie. La verità sta nel mezzo, alla fine contano i risultati e Allegri li porta sempre a casa». E adesso che ne sarà di Pirlo? In attesa di capire che cosa farà da grande, ha radunato molte stelle del calcio presente e passato per un addio in bello stile al Meazza il 21 maggio, La Notte del Maestro.


LEGGI ANCHE: Finale Coppa Italia, come vedere Juve-Milan in streaming


Leggi su Calcionews24.com