Sul centrocampo      Se il Milan negli ultimi tre match (Inter, Fiorentina e Crotone) ha subito un solo gol realizzandone 3 un motivo ci sarà. Ora la squadra è compatta, solida e corta grazie, soprattutto, al lavoro dei tre centrocampisti. Contro il Crotone si è rivisto Biglia in cabina di regia con Bonaventura e Kessié da interni. Molto bene l’argentino, sia in fase di costruzione che di interdizione. Pian piano sta ritrovando la condizione fisica e potrebbe essere l’uomo in più per il Milan in questa seconda parte di stagione. Jack è tornato il giocatore dello scorso anno. Sempre presente in fase di proposizione, qualità e quantità al servizio del gruppo. È lui il jolly di Gattuso. Ora serve trovare più sintonia con Calhanoglu, poi la strada è davvero tutta in discesa. Kessié è l’incursore che manca ai rossoneri. Cura la fase di non possesso, palleggia con Suso sulla corsia di destra e si inserisce sempre alle spalle delle retroguardie avversarie. La condizione atletica sembra stia tornando, i risultati anche. La mentalità è quella giusta per poter sperare di ribaltare una stagione al di sotto delle aspettative.