Quante squadre di Serie A hanno giocatori che hanno fatto la Champions League? Juventus, Roma, Napoli e poi? Proviamo ad analizzare con un'infografica e con delle statistiche sul panorama italiano Quanto conta avere in rosa giocatori esperti nelle coppe europee? In Serie A chi ha più calciatori che hanno giocato in Champions League? Abbiamo provato a rispondere a queste domande ed è venuto fuori un quadro non esaltante per il campionato italiano. Complice anche l'attuale stagione, il Napoli, la Roma e soprattutto la Juventus doppiano tutte le altre squadre in quanto a calciatori che hanno militato in Champions almeno per un minuto, preliminari esclusi. In rosa la Juve ne ha ventitré, il Napoli e la Roma ne hanno venti. Chi più si avvicina a questo trittico è la coppia formata da Milan e Torino, con dodici giocatori a testa, quasi tutti arrivati nello scorso mercato estivo. Dall'infografica si può notare perfettamente come siano polarizzati i giocatori "esperti" verso le squadre di vertice. Non è assolutamente una novità, ma la spaccatura tra Roma, Juve e Napoli e le altre è netta. Negli ultimi anni sono state quelle tre le squadre più continue nelle qualificazioni in UCL, anche se poi la Juve è quella che è andata più avanti. Questo significa che, anche in fase di mercato, si è più attratti da squadre che in Champions sono di casa. Per quale motivo? Beh, non c'è bisogno di scoprire l'acqua calda: entrate, visibilità, soldi e magari chance di vittoria. Le rose e la Champions League: il caso Inter (e non solo) Il caso più strano è quello che riguarda l'Inter. In rosa ha solamente nove giocatori che hanno militato in Champions, d'altronde non gioca nell'Europa che conta dal lontano 2012 e adesso ha solamente Santon e Ranocchia di quelli scesi in campo in UCL in nerazzurro. Fa un po' scalpore vedere che Icardi è a zero presenze, così come Handanovic o Candreva. Fa ancora più scalpore scoprire che il Chievo ha solamente un giocatore "di Champions" in meno dell'Inter, anche se ovviamente nessuno ha giocato in Europa con i clivensi. L'Inter vuole la Champions sul campo, ma non ha giocatori molti che ci hanno militato, è un'arma a doppio taglio: da una parte c'è la voglia di rivalsa che spinge a raggiungere il quarto posto, dall'altra invece l'inesperienza. Strana pure la situazione in casa Lazio, anche se i biancocelesti non vanno alla fase a gironi da più di dieci anni. I capitolini hanno sette giocatori che hanno giocato in Champions, tre dei quali arrivati negli ultimi sei mesi. Milan e Torino invece hanno dodici elementi a testa, ma puntare su calciatori d'esperienza per ora non ha pagato. Curiosamente entrambe sono al di sotto dei loro standard, nonostante gli ultimi risultati siano buoni, e entrambe hanno cambiato allenatore. Chi ha in squadra più vincitori di Champions League? Per quanto riguarda le altre, bisogna sottolineare come le medio-piccole e le piccole non abbiano la possibilità di arrivare a un certo tipo di calciatori. Colpisce vedere l'Atalanta e la Fiorentina tra le ultime, meno anche del Benevento. I campani hanno comprato molto a gennaio e hanno provato a dare quella qualità in più a una rosa acerba, portando nel Sannio qualche vecchio volpone scovato in giro per l'Europa: il caso più clamoroso è Bacary Sagna, che meriterebbe un'analisi a parte. La Fiorentina invece ha in rosa pochi giocatori avvezzi alla Champions e all'Europa in generale, ma si sa che il progetto viola è pluriennale, sebbene i tifosi siano in netta contestazione con la dirigenza. L'Atalanta è particolare perché gioca in Europa League (e lo fa molto bene), si confronta con squadre come Borussia Dortmund e Lione pur avendo una "esperienza" minore rispetto alle big. Per dire, Petagna ha un minuto in Champions mentre Gomez ancora deve esordire. Il quadro che arriva dalla Serie A non è buonissimo, ma è ancora peggiore se si dà uno sguardo a chi la Champions l'ha vinta: in Italia militano solo nove giocatori che hanno vinto la UCL, quasi nessuno da titolare. Juventus (Mandzukic e Khedira) e Inter (Rafinha e Santon) sono quelle che ne hanno di più, assieme alla sorpresa Udinese (Bizzarri e Maxi); poi il Genoa ha Pandev, la Lazio Nani e il Milan Storari, anche se quest'ultimo non giocò neppure un minuto nel 2006-07. Si può fare di più, a voler usare un eufemismo.
Leggi su Calcionews24.com