La lega Serie A è divisa in merito all'offerta proveniente dall'International Bank of Qatar, relativa all'acquisizione dei diritti tv. Juventus, Roma, Napoli, Inter e altre squadre non sono convinte, il Milan invece sì Già da qualche settimana, circolava con una certa insistenza la notizia di un forte interessamento di una banca privata araba, con sede a Doha - l'International Bank of Qatar -, circa l'acquisizione dei diritti tv della Serie A. L'offerta proposta prevederebbe l'esborso decennale di 13 miliardi di euro, 1.3 miliardi a stagione dunque. Secondo le indiscrezioni, l'operazione andrebbe a costare ai club l'1.52% relativo alle commissioni fisse e il 15% relativo al "variabile". La Ibq, inoltre, sarebbe disposta a dare le garanzie necessarie per consentire ai club di scontare i crediti dei contratti tv, anticipando i crediti fino al 50% del valore dei diritti stessi per due anni. Tale offerta scadrà la prossima settimana ma l'orientamento dei club, ancora molto divisi sull'argomento (Juventus, Inter, Fiorentina, Roma e Napoli sono scettiche, in quanto temono un altro caso Infront), pare essere quello di procrastinare ogni decisione non prima della fine del mese di gennaio, secondo quanto riportato da Gazzetta dello Sport. Ieri in Lega, si è svolta una riunione tra le parti, dove erano presenti emissari di Juventus, Milan, Udinese, Cagliari e Genoa. Nelle prossime ore, gli intermediari del gruppo Comoi e dell’advisor della banca, EY (Ernst & Young) forniranno delucidazioni ufficiali sull'operazione.
Leggi su Calcionews24.com