Vola l’Amarone sui mercati internazionali, con una crescita in valore del 10% nel 2017 e con il 68% dei volumi complessivi del Re della Valpolicella destinati all’estero.

Lo rileva, al Sustainable Wingrowing summit, l’indagine annuale svolta dall’Osservatorio Vini della Valpolicella e curata da Nomisma-Wine Monitor su un campione rappresentativo di imprese produttrici. Bene gli Usa (+10%), mentre Svizzera e Regno Unito segnano incrementi vicini al 5%.

Tra gli sbocchi secondari è alto il gradimento nei mercati asiatici, con Cina e Giappone che crescono del 15%.