Sostenere la crescita degli scambi commerciali tra Italia e Cina e allo stesso tempo rafforzare la collaborazione per contrastare le frodi e per tutelare salute e sicurezza dei cittadini. E’ con questo obiettivo che a Pechino si sono incontrati il direttore dell’Agenzia delle dogane, Giovanni Kessler, e il ministro Yu Guangzhou, capo delle dogane cinesi.

L’occasione: la prima conferenza mondiale sull’E-Commerce transnazionale, organizzata dalle dogane cinesi e dalla Organizzazione Mondiale selle Dogane (Omd).

Sullo sfondo, la crescita esponenziale dell’interscambio commerciale: nel 2017 +10,6% dell’export cinese verso l’Italia e +22% dell’import dal nostro Paese. Il tutto per un volume complessivo di oltre 49 miliardi di dollari, che fa dell’Italia il terzo partner europeo della Cina. Nel dettaglio, si è deciso di concludere entro pochi mesi un nuovo accordo per rendere possibili contatti diretti e controlli incrociati tra le dogane di alcuni porti italiani e lo scalo di Shanghai, primo al mondo per traffico di container.