A Roma sarà ballottaggio tra Nikola Kalinic e Patrick Cutrone per guidare l’attacco rossonero contro la Juventus. La Gazzetta dello Sport sottolinea come il tifo sia tutto schierato con il giovane bomber italiano, al gol anche sabato scorso col Verona. Eppure Rin Gattuso sembra più orientato ad affidarsi all’esperienza del croato, mai decollato in questa sua prima stagione al Milan. Una decisione finale dell’allenatore rossonero arriverà solo dopo i due allenamenti in programma oggi e domani prima della partenza verso la Capitale. Recuperato anche Jesus Suso per la finale.

Il Corriere della Sera ricostruisce, invece, le tappe del weekend italiano di Yonghong Li che dopo aver assistito sabato sera alla vittoria a San Siro contro il Verona, è stato prima a Milanello, poi a vedere la gara della Primavera contro la Fiorentina, quindi al Vismara per incontrare alcuni ragazzi del settore giovanile del Milan. “Ora ci sarà un’altra partita molto importante, la finale di mercoledì. Mi aspetto che tutti voi diate il massimo e che possiate fare risultato”, ha incitato la squadra e Gattuso per Roma.

La formazione per la Coppa Italia, secondo il Corriere dello Sport, è quasi fatta. Alessio Romagnoli è pronto, dopo aver fatto il tagliando col Verona: sarà regolarmente in campo accanto a Leonardo Bonucci. Dietro tornerà anche Davide Calabria, mentre a centrocampo appare scontato l’impiego di Manuel Locatelli in mezzo. Secondo il quotidiano sportivo, Cutrone è avanti nelle scelte per l’attacco, insieme a Suso e Calhanoglu.

Tuttosport sottolinea come con l’eventuale vittoria della Coppa Italia, Yonghong Li batterebbe un record di Silvio Berlusconi. Se, infatti, mercoledì il Milan dovesse battere la Juventus, per il proprietario cinese sarebbe il primo trofeo da presidente dopo un anno e un mese dall’avvio della sua gestione. L’ex patron, invece, per vincere il suo primo titolo, lo scudetto della stagione 1987/88 dovette aspettare due anni e tre mesi.