Finalmente il tormentone per il rinnovo di contratto di Rino Gattuso è finalmente finito, il tecnico rossonero ieri ha rinnovato il suo contratto con il club rossonero per tre anni fino al 2021 con ingaggio aumentato. Andiamo ad analizzare i temi della rassegna odierna

INTERVENTO OKAY

Andrea Conti nella giornata di ieri è tornato in sala operatoria per sistemare “definitivamente” il ginocchio sinistro quello già operato a settembre. L’intervento è andato bene e i tempi di recupero sono stimati in 5/6 mesi. L’obiettivo del terzino rossonero come ammesso da lui stesso è quello di essere in campo a settembre per togliersi delle soddisfazioni che purtroppo questa stagione li hanno tolto.

SERVE UNO STOP

Nelle ultime settimane le prestazioni di Giacomo Bonaventura e Suso sono nettamente in calo. Il duo che per diverso tempo a guidato il Milan targato Rino Gattuso sembra aver finito la benzina e in campo si vede che arrancano. Come sottolinea l’edizione odierna di Tuttosport, il duo avrebbe bisogno di rifiatare ma con un calendario cosi fitto non ha permesso a Rino di concedergli un turno di riposo.

FINALE D’ANDATA

Questa sera andrà in scena la finale d’andata di Coppa Italia Primavera che vedrà scontrarsi il Milan guidato da Alessandro Lupi e il Torino di Coppitelli. Nel Milan che dovrà rinunciare a LLamas e Sinani ci sarà spazio per Hachim Mastour che farà coppia d’attacco con Frank Tsadjout. Il Torino invece dovrà rinunciare a Alessandro Buongiorno che si è fatto male nel suo debutto in Serie A contro il Crotone.

IL PUNTO SUL MERCATO

Se il Milan non dovesse raggiungere la qualificazione alla prossima Champions League potrebbe essere costretto a vendere almeno uno dei suoi giocatori più bravi, meglio se uno tra Gigio e Jesus che garantirebbero una cospicua plusvalenza. Da altri giocatori, di cui il Milan si priverebbe meno a malincuore, non ricaverebbe infatti granché: Gomez andrà finalmente in Argentina e una
nuova casa andrà trovata anche a Zapata, Antonelli, Mauri, fino ad Abate. Intanto Mirabelli pensa anche al mercato in entrata la priorità è quella di regalare a Gattuso un bomber da 20/25 gol a stagione.