La triste notizia è arrivata pochi minuti fa: Ray Wilkins è scomparso a 61 anni

Ce lo ricorderemo per la sua grande leadership in campo, lui, Ray Wilkins, che fu Capitano sia del Chelsea che della nazionale inglese. Un curriculum importante da calciatore ed una carriera da allenatore mai davvero decollata. 24 anni in campo, nel cuore del centrocampo, a difendere i colori di club come Milan, Manchester United ma anche Paris Saint Germain e Rangers. I 3 anni in rossonero, dal 1984 al 1987, molti se li ricorderanno in coppia con l’altro inglese, Mark Hateley.

Sulla panchina, invece, tolta qualche parentesi da primo allenatore ad interim al Chelsea, ha praticamente fatto sempre il vice, pronto a consigliare il tecnico in prima. Una carriera vissuta sempre a mille all’ora, il contrario di quanto accaduto negli ultimi 4 anni della sua vita: in cui soffre di depressione e colite ulcerosa. Il 30 marzo viene ricoverato al St George’s Hospital a causa di un infarto e, dopo 4 giorni in coma farmacologico, ci ha lasciati pochi minuti fa. Verrà ricordato come “The Razor”, il rasoio, per come, abilmente, tagliava il campo con dei lanci lunghi. Non aveva il gol nel sangue, ma le chiavi del gioco gli spettavano di diritto. Ciao Ray.


Leggi su Calcionews24.com