Scontro con vista Champions quello tra Lazio e Milan: un banco di prova cruciale per capire le reali ambizioni delle due squadre in questo campionato.

A presentare il match di domenica pomeriggio è intervenuto, in conferenza stampa da Formello, il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi, che ha aperto con un commento sulle parole di Montella: “C’è un buon rapporto con lui. Ha detto parole giuste, che mi aveva detto anche personalmente. Sono in credito nei confronti delle sue squadre”.

E ha, poi, continuato sull’incontro di domani: “Sappiamo cosa andremo ad affrontare. Incontriamo una squadra costruita per vincere, che ha comprato grandi giocatori spendendo tantissimo. Abbiamo defezioni importanti e avrei voluto affrontarli con tutti gli effettivi ma ci vorrà ancora un po’ di tempo, ad ogni modo ci siamo preparati molto bene. Il Milan è partito bene, ha già un’ identità, noi abbiamo mantenuto il nostro organico e domani dovremo fare una partita sopra le righe per portare a casa il risultato”.

Interrogato sul possibile impiego di Bastos: “E’ in grande crescita, con tutte queste partite sicuramente giocherà, ma non so se ci sarà contro il Milan, valuterò domani. Ho anche Luiz Felipe a disposizione, che sarà molto utile in questa stagione.

 

Altro assente illustre sarà, certamente, Felipe Anderson, sul quale Inzaghi ha affermato: “Ha un problema importante che sta cercando di risolvere insieme allo staff medico. E’ un problema che vogliamo risolvere al meglio e ci sarà bisogno di tutto settembre per vederlo di nuovo in campo”.

Non manca, anche, un parere sul mercato: “Dovrò essere bravo io a far rendere la squadra al massimo. Nani è un grande giocatore, molto disponibile, purtroppo è infortunato e in quindici giorni sarà in campo. Non conoscevo i portoghesi, è stata un’intuizione della società, quando saranno pronti gli darò una chance. A Biglia, invece, auguro il meglio perchè è stato straordinario con me, mettendosi a completa disposizione. Con me si è sempre comportato in modo splendido, domani sarà osservato speciale, è uno dei top in Europa nel suo ruolo”.

 

Il Milan è più forte della Lazio? “Si sono mossi benissimo sul mercato con grandi investimenti. Sono molti forti e con grandi individualità. Domani dovremo essere bravi a far valere le nostre qualità”.

Domanda, anche, su Borini, neo-rossonero ed ex obiettivo di mercato della Lazio: “Piace sia a me che a Tare. Eravamo vicini, ma poi si è inserito il Milan e l’ha convinto con uno stipendio più alto.

In merito agli obiettivi stagionali della  sua squadra: “Quest’anno le avversarie si sono rafforzate molto. Le milanesi sono cresciute, e anche le altre si sono rinforzate. Noi dovremo rimanere in alto, pur non potendo preparare le partite bene come l’anno scorso per i molti impegni ravvicinati.

 

 

In chiusura, una battuta sul 3-5-2 come modulo preferito: “Al di là dei moduli conta l’interpretazione della partita da parte della squadra, ho giocatori maturi che mi permettono di cambiare modulo anche a gara in corso. Ora comincerà un ciclo importante di partite, abbiamo delle carenze in attacco a causa degli infortuni, sicuramente faremo un po’ di tournover per mantenere la stessa intensità in tutte le gare”.