Le dichiarazioni di Leonardo Semplici post Spal-Milan ai microfoni di Premium Sport:
“Abbiamo trovato una squadra forte, abbiamo preso gol dopo un minuto. La squadra ha reagito, ha creato i presupposti per pareggiare, tanto da aver preso un palo. Poi ci siamo disuniti e il Milan ha meritato di vincere. La squadra ha provato a ribaltare le avversità, ma va dato merito al Milan: appena abbiamo sbagliato, ci ha punito. Il mio futuro? Ci siamo incontrati lunedì scorso, noi dobbiamo salvarci all’ultima, magari prima, ma credo che questo risultato non cambi il nostro percorso. Dobbiamo migliorare, ma la prestazione di oggi non è stata quella di Cagliari. Certe decisioni non dipendono da noi, sono consapevole di certe cose. La riconoscenza non c’è in nessun mondo. Credo bisogni partire da un presupposto: sapevamo di dover lottare fino alla fine per salvarci. Dobbiamo vincere il nostro campionato, fatto da quattro squadre. Se ci fosse poi un’idea diversa, vedremo. Fino al 2-0, siamo stati in campo bene. Abbiamo sfiorato il gol, effettivamente, non ci gira bene. Il momento successivo alla partita? Niente di particolare, ho parlato delle cose positive, ma non è semplice, dopo un 4-0. Non bisogna disunirsi, bisogna fare tesoro degli errori. Il nostro pubblico ci ha comunque applaudito, questa deve essere la nostra forza. Se ci facciamo prendere da negatività e timore, facciamo il gioco degli avversari. Everton Luiz? E’ un incontrista, è arrivato da poco, spero ci possa dare una mano”.