Il Trofeo Beppe Viola, l’appuntamento annuale del calcio giovanile nel Garda Trentino, ha ufficializzato le 16 squadre che parteciperanno all’edizione 2018 del torneo internazionale under 17, in programma dall’8 al 13 marzo. Ci saranno l’Atalanta, vincitrice delle ultime due edizioni, e il Partizan Belgrado, battuto in finale lo scorso anno. Ci saranno altri storici nomi custoditi nell’albo d’oro, dalla Roma al Milan, alle veronesi (Hellas e Chievo). Ci sarà il Napoli, che sulla scia delle mirabilie della prima squadra nel massimo campionato, sogna anch’esso in grande per riprendersi dopo oltre vent’anni il trofeo dedicato alla memoria dell’inviato della Rai prematuramente scomparso nel 1982: la squadra partenopea in campionato si sta facendo valere, a giudicare anche dal 3-2 sulla Roma nell’ultimo turno.

Dal Trofeo Beppe Viola sono passati tanti futuri big del calcio italiano: i campioni del mondo Cannavaro, De Rossi, Nesta eTotti, gli azzurri Albertini e ImmobileMarchisio e Dino Baggio, i tedeschi Lahm e Schweinsteiger, solo per citare alcuni delle centinaia di nomi famosi. A maggior ragione è auspicabile che la tradizione continui nella stagione successiva al tonfo azzurro con l’esclusione dai mondiali in Russia: il calcio italiano ha bisogno di talenti e il Trofeo Beppe Viola è la platea ideale per portarne alla ribalta.

La 47ª edizione vedrà ai nastri di partenza sedici squadre, 11 club italiani, 2 stranieri e 3 rappresentative. Queste le formazioni invitate

FC PARTIZAN BEOGRAD (SER)
BRØNDBY IF (DAN)
AC MILAN (ITA)
AS ROMA (ITA)
ATALANTA CALCIO (ITA)
BOLOGNA FC (ITA)
FC HELLAS VERONA (ITA)
FC TORINO (ITA)
AC CHIEVOVERONA (ITA)
RAPPRESENTATIVA LEGA PRO (ITA)
RAPPRESENTATIVA LND (ITA)
RAPPRESENTATIVA TRENTINO (ITA)
SS LAZIO (ITA)
SSC NAPOLI (ITA)
UC SAMPDORIA (ITA)
USD ARCO (ITA)

Sarà anche quest’anno un Trofeo Beppe Viola di altissimo livello – spiega Marco Benedetti, presidente del comitato organizzatore – anche se avremmo voluto un numero maggiore di club stranieri. Ci siamo misurati con difficoltà oggettive che riguardano il calendario internazionale della categoria e questo dovrà essere un motivo di riflessione nella scelta della data per l’edizione del 2019 e quelle seguenti. Nel frattempo annotiamo con molta soddisfazione il ritorno del Partizan che l’anno scorso ha sfiorato il colpaccio al debutto nella nostra manifestazione. Quanto ai club italiani, il pronostico sarà incertissimo – prosegue Benedetti – con l’Atalanta doverosamente nel ruolo di favorita a caccia del terzo successo consecutivo, che sarebbe un’impresa senza precedenti nella storia ormai quasi cinquantenaria del torneo”.

Oltre al Partizan FC, che vanta uno dei migliori settori giovanili europei, ci saranno i danesi del Brøndby, che raccolgono il testimone dai connazionali del Nordsjælland, usciti imbattuti lo scorso anno dalle sfide con Torino, Inter e Hellas Verona. I granata sono quest’anno fra i club più attesi al Trofeo Beppe Viola, visto il brillante percorso nel girone A del Campionato italiano U17 A-B, che li vede in testa alla classifica davanti alla Juventus. Ci sarà anche l’Hellas, così come i “cugini” del Chievo Verona, il Bologna e la Sampdoria.

Graditissimo anche il ritorno del Milan (sei volte vincitore ad Arco) e le conferme della Roma, capolista nel girone C del campionato e semifinalista dell’edizione 2017, e della Lazio, frenata lo scorso anno solo dal solidissimo Partizan. Chiunque covi sogni di vittoria, comunque, dovrà fare i conti con l’Atalanta.

(Fonte: beppearco-viola.it)