Sebbene a fari spenti, data l’attesa per la sentenza della UEFA che arriverà il 19 giugno, il Milan nella figura di Massimiliano Mirabelli continua a lavorare sul mercato. A differenza dell’anno scorso la priorità dei rossoneri sarà quella di cedere. Saranno le cessioni a influire di non poco sul mercato in entrata. Al budget della società, di circa 50 milioni di euro, si aggiungerà quello derivante dalle uscite.

SITUAZIONE DONNARUMMA • Gianluigi Donnarumma a marzo era dato per certo nella lista dei partenti, da qui la mossa della società di muoversi con largo anticipo per Reina. La scelta del PSG di virare su Buffon e l’interesse scemato da parte del Real Madrid hanno preso in contropiede Raiola e il Milan. Anche se la società di Via Aldo Rossi alla fine, se non dovessero arrivare offerte per il giovane portiere, sarà ben contenta di presentare un reparto con due titolari. Da decifrare il ruolo di terzo: ad ora il maggior indiziato è sicuramente Storari.

GLI ADDII • Partendo dalla difesa, l’unica cessione all’orizzonte sembra essere solo quella di Luca Antonelli. Per il terzino poteva prendere largo l‘ipotesi di un ritorno al Genoa, tuttavia scemata dopo un altro ritorno al grifone, ovvero quello di Mimmo Criscito. Si era parlato anche di un interesse da parte della Fiorentina di Pioli, ma la società toscana finora non ha mai dato l’impressione di voler affondare il colpo. Attenzione al cauto interesse di Parma e Cagliari. Situazione centrocampisti: false le voci su un imminente rescissione di Riccardo Montolivo, ipotesi che si presenterebbe solo nel momento di un interesse concreto di un’altra squadra. Per Manuel Locatelli, invece, dovrebbe essere l’anno buono per andare via in prestito. Continua il tira e molla con il Genoa per Bertolacci con Preziosi che vorrebbe prolungare il prestito di un altro anno. Per ora il Milan dice di no. Il reparto che subirà più cambiamenti sarà l’attacco. Gennaro Gattuso ha già espresso l’assoluta volontà sulla permanenza di Suso. Tuttavia se qualche club dovesse decidere di pagare la clausola rescissoria spetterà al giocatore decidere se lasciare i rossoneri. Tutto fermo anche sulle cessioni di Kalinic e Andrè Silva con il primo che vorrebbe restare. Situazione leggermente differente per l’ex Porto che gradirebbe un progetto che lo vedrebbe titolare. Per lui ci sono gli interessi di Monaco, Wolverhampton e Huddersfield. Sul fronte Bacca-Villarreal continua a lavori spenti il lavoro dell’agente per limare le distanze economiche. Barillà la settimana scorsa a Milano ha visto Mirabelli: il Milan non vuole fare ampi sconti. Toccherà al Villarreal fare un sacrifico economico.