Dal nostro inviato a Milanello

Da Milanello, alla vigilia di Lazio-Milan di domani sera all’Olimpico, torna a parlare in conferenza stampa Vincenzo Montella. Queste le sue dichiarazioni.

LA CONFERENZA IN PILLOLE

In conclusione: “Mi auguro di vedere questa squadra crescere sempre. Anche dopo il girone d’andata”.

Sulle gerarchie dei portieri: “Ci sono, ma non sono definitive. Ad oggi Storari è il secondo perchè lo reputo più pronto. Ma non è una scelta definitiva”.

Sul maltempo: “Vediamo come sarà il tempo di domani. Ma mi ricordo che il manto erboso di Roma sia abbastanza buono”.

Sulle motivazioni di Biglia da ex: “Domani giocherà. mi fido della sua personalità”

Sul Milan considerato una big: “Non lo so se è così. So che per quanto ho letto che il Milan ha messo 100 milioni di euro nel calcio italiano per i trasferimenti, quindi credo che questa proprietà meriti qualche ringraziamento”.

Su Kalinic e André Silva: “Parlo spesso con i calciatori, ci sarà spazio per tutti. André Silva ha fatto già sette presenze. Kalinic deve trovare la sua condizione migliore. Avranno il loro spazio”.

Sul ruolo di Calhanoglu: “E’ un calciatore dal grandissimo talento. Si deve ancora adattare al livello tattico al nostro Campionato. Ha bisogno di cercarsi la posizione. Può giocare da interno e da esterno alto accentrandosi. Però nel secondo caso rischierebbe di fare quello che fa Suso, con Borini invece c’è più profondità”.

Sul sostituto di Kessié: “Abbiamo diversi centrocampisti a disposizione, da Mauri a Locatelli. Sono calciatori con caratteristiche diverse ma che possono sopperire. Non è detto che giocheremo sempre a tre a centrocampo”.

Sulle scelte in attacco: “Devo valutare quello che succede in settimana. Devo sfruttare chi sta meglio al livello fisico e mentale”.

Sul mercato: “Questa dirigenza merita dieci. E’ stato fatto il massimo in tempi brevissimi. Ma ci vogliono più sessioni di mercato per completare la squadra. Quindi il mio è un massimo ringraziamento, sapendo che comunque ci potrebbero volere altri investimenti nelle prossime finestre di mercato”.

Sulla mancata convocazione di Paletta: “Ha la mia massima stima personale per il comportamento e per quanto ha fatto l’anno scorso. E’ un giocatore del Milan e viene considerato tale. Ho sei centrali in rosa, sono un po’ troppi. Quindi di volta in volta scelgo i migliori quattro”

Su Biglia: “E’ un giocatore da cui ci aspettiamo moltissimo. Lo reputo un giocatore dalla grandissima intelligenza in campo. Lui è tra quelli che si è allenato di meno con la squadra, quindi vediamo”

Su Romagnoli: “Sono contento del suo recupero. Titolare a Vienna? Possibile”

Su Inzaghi: “C’è massima stima. Mi sento in debito con lui perchè in tre incontri sono stato abbastanza fortunato”

Ancora sulla Lazio: “Hanno dimostrato di saper giocare in tanti modi. Sono esperti e possono far male”

Su Cutrone: “Sta facendo benissimo. Ci tengo a precisare che abbiamo creduto sempre in questo ragazzo, l’ho fatto debuttare l’anno scorso. Chissà che non possa raggiungere livelli più alti”

Sul momento: “Ci sono grandissime ambizioni inevitabili. Ad oggi abbiamo risposto in maniera giusta. Non conosciamo ancora il nostro livello, ne sapremo di più magari tra 20 giorni. Domani non sarà decisiva”

Sulla Lazio: “Forse per caratteristiche sono leggermente diversi rispetto all’anno scorso. Ma vedo sempre una squadra esperta e che ha ottenuto risultati importanti, come la vittoria contro la Juve”.