Alla vigilia di Milan-Roma, torna a parlare in conferenza stampa Vincenzo Montella. SpazioMilan.it seguirà tutte le dichiarazioni in diretta

LA CONFERENZA IN PILLOLE

Sul divario tra Roma e Milan: “Sicuramente siamo una squadra diversa. Potenzialmente arriveremo a fare qualcosa di più della Roma per i giocatori che abbiamo. Sono convinto che dimostreremo il nostro valore”

Sullo stop di André Silva: “Non era facile. Ha dimostrato grande tecnica, quando riuscirà a fare lo stop e poi il gol saremo tutti più soddisfatti”.

Su Montolivo e Calabria: “Sono a disposizione. Ieri hanno svolto il primo allenamento con la squadra”

Su Calhanoglu: “Lo valuteremo oggi. Ha preso una botta”.

Ancora su André Silva: “Ha già fatto tanti gol. Tutti noi ci aspettiamo di più, questo vuole dire che ha un grande potenziale. Non so se sia totalmente pronto per il calcio italiano”.

Sulle motivazioni: “Credo che i ragazzi abbiano bisogno di giocare più liberamente per esprimersi al meglio”.

Su Borini: “Ha fatto bene, ha dato un passaggio filtrante di un certo livello. Il suo spirito ci piace sempre”.

Sulle scelte: “Il modulo ti può dare dei punti di riferimento, poi bisogna scegliere i giocatori di partita in partita. Faccio fatica a trovare un allenatore che giochi sempre con la stessa formazione”

Su André Silva: “Ha fatto una buonissima prestazione. Non è egoista, ma magari gli piace fare la giocata. Deve crescere in questo. Può crescere ancora molto”

Sulle parole di Fassone dopo Genova: “Sono in linea con le sue parole. Non ci spiegavamo il perchè di un blackout così”.

Sulla preparazione: “Giochiamo ogni tre giorni, non abbiamo bisogno del preparatore (ride, ndr)”.

Ancora su Bonucci: “I rapporti interni sono attimi. E’ un ragazzo che si stimola con le difficoltà”.

Ancora sulla Roma: “E’ strano per la prima volta non ritroverò Totti. Ogni piazza ha le sue pressioni e i suoi umori. Non credo che ci sia una differenza tra Milan e Roma sotto questo punto di vista. Roma non è la mia patria, ma è la mia casa. Per me non è una partita normale”.

Su Bonucci: “Milan pentito? Non so perchè Marino abbia detto queste parole. Leo sa accettare le critiche, a volte sono anche esagerate. Sul primo gol non è stato un errore suo, la squadra ha sbagliato a lasciarlo solo”

Sul modulo: “Continueremo così, magari con qualche piccolo cambiamento”.

Su Dzeko e i troppi gol subiti: “Dobbiamo crescere come reparto, sarà un grandissimo test. Ci sarà da essere concentrati per tutta la partita. Sono convinto che faremo una buona partita”.

Sulla Roma: “Hanno perso solo una volta e hanno un attacco che fa tanti gol. L’obiettivo è quello di far si che questa sfida diventi importante e decisiva, l’anno scorso la Roma fece 20 punti in più di noi”.

Sul momento: “Può essere la svolta, se Donnarumma avesse parato il rigore del 2-2 non sarebbe stato lo stesso. La squadra si è sbloccata. Adesso possiamo contare anche sull’orgoglio e sul coraggio che questa squadra ha dimostrato di avere” 

Su Di Francesco: “Lo saluto perchè è un amico, gli auguro tanta fortuna, ma da lunedì”.