Dal nostro inviato al Museo Memoriale della Shoah, Christian Pradelli.

Queste le dichiarazioni rilasciate da Angelo Carbone, attuale coordinatore dell’AdB del settore giovanile del club di Via Aldo Rossi: “Quando i nostri giovani arrivano all’obiettivo Prima Squadra, è una gioia anche per noi, che li vediamo crescere. Più ragazzi arrivano in Prima Squadra, più siamo felici, perché è motivo d’orgoglio per tutti. Quanto c’è di Gattuso in questa risalita? Tanto, adesso, anche i risultati stanno aiutando. Credo che la preparazione atletica, in queste partite, si sia vista. Quindi, credo che ci si sia vista la mano dell’allenatore. Se ci sia un giocatore del settore giovanile che, un domani, possa diventare un giocatore della Prima Squadra? Ce ne sono diversi, in ogni caso, si capisce che le qualità tecniche ci sono. Poi, tuttavia, ci sono altre componenti necessarie per il grande salto. Ci sono ottimi elementi. Domani, a Solbiate, c’è un’importante partita della Primavera. Anche questo è importante per dare continuità ai risultati, dopo il cambio in panchina, visto che Rino è in Prima Squadra e sta facendo bene. Vista la buona gara offerta contro il Sassuolo, ci auguriamo che vada bene anche la gara di domani, in modo tale che i ragazzi acquistino autostima e fiducia. Se la vittoria contro il Sassuolo sia un buon punto di partenza? Me lo auguro sicuramente, anche perché c’è stato un cambiamento sotto l’aspetto mentale. I ragazzi non hanno subito questo cambiamento, ma le richieste dell’allenatore sono diverse. Conoscendo in maniera più dettagliata le richieste del nuovo tecnico, l’incontro di domani potrebbe essere un punto di continuità“.