Dalla nostra inviata, Marta Mereghetti.

Queste le dichiarazioni rilasciate ai microfoni di SpazioMilan.it, al termine della gara tra la Primavera rossonera e i pari età del Bologna, da Alessandro Lupi: “Questo, secondo me, non è stato un passo indietro. Abbiamo incontrato una squadra forte, che può mettere in difficoltà chiunque. Nel primo tempo, abbiamo sofferto la loro fisicità, dovevamo sempre triplicare le marcature. Loro avevano una gamba importante e ci complicavano tante situazioni. Quando il passaggio non era forte e preciso, loro facevano in tempo ad arrivare. Nel secondo tempo, la squadra è stata brava a interpretare quanto chiesto. Nel secondo tempo, potevamo anche fare gol. Abbiamo avuto due o tre occasioni, ma ritengo che questo sia un punto importante. Abbiamo inserito Tsadjout perché avrebbe potuto darci una mano e creare profondità. Ripeto, noi dobbiamo ricordarci che giochiamo con molta gente sotto età. Questa è una scelta, vogliamo crescere i ragazzi, siamo consapevoli e orgogliosi di quello che i ragazzi stanno facendo. Bellanova in Prima Squadra? E’ motivo d’orgoglio. Questo è il nostro progetto. Dobbiamo crescere i ragazzi e prepararli per la Prima Squadra o, comunque, per un campionato professionistico. Dias? E’ andato all’ospedale, gli hanno messo i punti, ha subito un taglio abbastanza grosso. Se non dovesse farcela, contro l’Atalanta, giocherà qualcun altro“.