Il Milan nonostante ieri ha incontrato il comune di Milano e l’Inter per discutere del futuro di San Siro, non ha ancora abbandonato l’idea di costruire un nuovo stadio di proprietà, lasciando così il Meazza in mano ai nerazzurri.

Come rivela l’edizione odierna del Corriere della Sera, il Milan, che si è anche affidato ad un advisor per gestire la questione stadio (si tratta dell’immobiliarista romano Luca Parnasi), prosegue la ricerca della zona dove potrebbe eventualmente costruire il nuovo impianto di proprietà: in particolare, i rossoneri sarebbero molto attratti dalle zone a nord di Milano vicino alla Bovisa e alla Goccia e a est dall’area dell’Ortomercato. Pernasi avrà il mandato generale per la ricerca dell’area e lo studio di fattibilità del progetto.

Come modello per lo stadio i rossoneri guardano l’Allianz Stadium (ex Juventus Stadium), un impianto di circa 40.000 posti ma con la capacità di generare introiti maggiori rispetto a San Siro.