Suso parla in una lunga intervista al Fatto Quotidiano e ammette: «Voi italiani siete un po' strani» Il milanista Suso ha rilasciato una lunga intervista al Fatto Quotidiano in cui ha parlato del mercato che si è appena chiuso e del suo futuro al Milan ma anche del suo adattamento al calcio italiano: «Sono uno che non esce quasi mai di casa. Non vado alle feste, se vado al cinema è per fare contenta la mia fidanzata. La cosa che amo di più è starmene a casa, guardare la tv e portare a spasso i miei cani. Comunque c’è una cosa che, di voi italiani, capisco poco. La fissazione per il fantacalcio. Se mi fermate, è per dirmi: 'Ehi, ti ho comprato al fantacalcio, devi segnarmi!'. Non vi importa se una squadra vinca o perda: vi importa che io segni. E non lo fate neanche per soldi. Siete un po’ strani, eh». Suso in estate è stato corteggiato da molto squadre italiane, in particolare da Roma e Napoli ma ha deciso di restare e sta per firmare il rinnovo con il Milan. Al momento il suo inizio di stagione è stato altalenante anche perchè i rossoneri sono ancora a caccia di una certa identità tattica nel passaggio dal 4-3-3 al 3-5-2.
Leggi su Calcionews24.com