Adel Taarabt, attaccante ex Milan adesso in forza al Genoa, si è confessato in un’intervista al Secolo XIX soffermandosi sulla sua ultima e difficile parte di carriera: “Non si può vivere di calcio e di divertimento. E’ un lavoro, l’ho capito bene, dovevo cambiare. Serviva una vita da vero professionista. Io avevo perso l’amore per il calcio, succedeva che tornavo a casa e, anche se avevamo perso, non mi importava. La dieta è stata tostissima, in tre mesi e mezzo ho perso 11 chili. Ora non voglio sprecare il sacrificio”.