Nervi tesi in casa Milan: durante la sfida contro il Rijeka piccolo diverbio Andrè Silva-Cutrone, con Montella che ha calmato gli animi. L'Europa League è il teatro della piccola lite descritta da Sky I gol, se non altro, aiutano a lasciarsi alle spalle anche i momenti di tensione più palesi. Ma comunque si capisce benissimo che il Milan non sta attraversando una fase facilissima della stagione. Anzi, perché in campo, nella sfida di Europa League vinta in extremis contro il Rijeka (3-2 in maniera rocambolesca), c'è stato un piccolo diverbio fra André Silva e Cutrone, entrambi titolari nella notte europea dei rossoneri. La scintilla si è accesa intorno al 60', prima che il direttore di gara interrompesse la sfida per un lancio di fumogeni da parte del settore della compagine ospite. E per fortuna che l'italiano ha poi risolto la gara di San Siro, altrimenti il nervosismo avrebbe superato i livelli di guardia a fine partita. André Silva-Cutrone: momenti di tensione I due attaccanti del Milan avrebbero avuto un momento di grande nervosismo, sedato subito da Montella, che ha raffreddato in men che non si dica i bollenti spiriti. Secondo Sky infatti, con Peppe Di Stefano che a bordocampo ha assistito alla scena, Cutrone avrebbe chiesto ripetutamente palla ad André Silva, che poco prima di entrare in area del Rijeka si sarebbe intestardito fino ad arrivare a perdere il possesso pur di non passarla al compagno. A quel punto il numero 63 del Milan si è arrabbiato e ha rivolto anche qualche parolaccia al portoghese, reo di aver giocato un po' troppo per se stesso, afflitto dall'ossessione del gol. https://twitter.com/ditonellocchio/status/913501528136306688 Sentite le parole rivoltegli da Cutrone André Silva non ci ha più visto, rispondendo subito per le rime al giovanissimo centravanti rossonero. Insomma, la coppia André Silva-Cutrone sul campo regala spunti contrastanti: insieme sono riusciti a far male al Rijeka, eppure non sembrano andare d'amore e d'accordo. Entrambi però devono necessariamente tenere le antenne dritte. Montella, per evitare altri screzi del genere, potrebbe affidarsi a Kalinic e a Suso. Già nella gara di campionato contro la Roma, vero esame di maturità per un Milan a cui serve serenità. Soprattutto in un momento così delicato.
Leggi su Calcionews24.com